Cede dose di eroina: arrestato dalla Polizia

Cede dose di eroina: arrestato dalla Polizia

Stava cedendo una dose di eroina, il pusher arrestato nella mattinata di oggi, dalla Squadra Mobile di Benevento. Due poliziotti, in transito lungo via Collevaccino, avendo riconosciuto il giovane spacciatore, mentre si avvicinava al finestrino dell’auto di un cliente, hanno osservato i suoi movimenti. In pochi istanti hanno così assistito allo scambio della sostanza, recuperando la dose nelle mani dell’acquirente e la somma di venti euro in quelle del pusher. Per lo spacciatore, un ventiquattrenne originario di Ariano Irpino, sono scattate così le manette, con l’accusa di spaccio di stupefacenti ed è finito ai domiciliari.

Dugenta. Fiamme in un capannone agricolo: bruciano balle di fieno

Dugenta. Fiamme in un capannone agricolo: bruciano balle di fieno

Un centinaio le balle andate in fumo nel rogo. Nella serata di ieri, un rogo ha distrutto un capannone utilizzato per custodire un centinaio di balle di paglia a Dugenta, non lontano dall’Ex Istituto Agrario. A far scattare l’allarme, intorno alle 22.00, alcuni residenti della zona e sul posto sono giunti i Vigili del Fuoco del distaccamento di Telese Terme che hanno lavorato diverse ore prima di spegnere le fiamme. Sul posto anche i Carabinieri della locale Stazione per il sopralluogo. Ancora tutte da capire, le cause che hanno portato alla propagazione dell’incendio.

Ladri in azione a Torre Alfieri, portati via da un’abitazione infissi e caldaia

Ladri in azione a Torre Alfieri, portati via da un’abitazione infissi e caldaia

I ladri che hanno svaligiato la scorsa notte un’abitazione in contrada Torre Alfieri sapevano certamente che la casa era disabitata oramai da tempo. Lo dimostra il bottino messo a segno dai malviventi. Portati via mobili, infissi, la rubinetteria dei bagni e della cucina e persino la caldaia. Ad accorgersi di quanto accaduto alcuni parenti del proprietario che vive a Torino e che non veniva in città dall’inizio dell’anno. Evidenti infatti i segni dell’infrazione. Sul luogo sono intervenuti gli uomini della Volante che hanno già avviato le indagini del caso.

Sant’Agata de’ Goti, arrestato pregiudicato di Caserta. Nella sua auto trovati 51 grammi di hashish

Sant’Agata de’ Goti, arrestato pregiudicato di Caserta. Nella sua auto trovati 51 grammi di hashish

Un’altra importante operazione è stata messa in atto ieri sera dai Carabinieri della Compagnia di Montesarchio. In particolare, a Sant’Agata dè Goti, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia, durante un controllo della circolazione stradale, hanno sottoposto a controllo un’autovettura in transito lungo la “Fondo Valle Isclero”. I carabinieri, insospettiti dall’atteggiamento nervoso ed inquieto assunto dal conducente, un pregiudicato 53enne originario di San Felice a Cancello, hanno perquisito l’uomo e l’auto su cui viaggiava. E’ stato così rinvenuto un involucro in carta stagnola celata all’interno del porta-oggetti che conteneva 51 grammi di hashish. A seguito della successiva perquisizione estesa anche al domicilio del pregiudicato, è stato trovato un […]

Atto intimidario a Zaccaria Spina. Arriva la solidarieta’ di Istituzioni e mondo sindacale e politico

Atto intimidario a Zaccaria Spina. Arriva la solidarieta’ di Istituzioni e mondo sindacale e politico

Il Presidente della Provincia Claudio Ricci, appreso di quanto successo nel corso della notte appena trascorsa, ha espresso la sua piena solidarietà al Sindaco di Ginestra degli Schiavoni e Presidente della Comunità Montana Fortore, Zaccaria Spina. Solidarietà a Zaccaria Spina è stata espressa anche da parte di Luigi Barone, consigliere del presidente della Regione De Luca per la Sicurezza delle Universiadi. “Piena solidarietà al sindaco di Ginestra degli Schiavoni e presidente della Comunità Montana Fortore, Zaccaria Spina per quanto accaduto questa notte. Spero che sulla vicenda, che l’ha visto suo malgrado protagonista, gli inquirenti possano al più presto fare luce. Si tratta di un gesto grave che va fermamente condannato”. […]

Benevento. Arrestati dalla Squadra Volanti due giovani ladri d’auto

Benevento. Arrestati dalla Squadra Volanti due giovani ladri d’auto

L’attenzione degli agenti è stata attratta dai due, identificati per Anzovino Alberto. classe 1997 e Colella Camillo Jr. classe 1996 che, nella mattinata di oggi percorrevano il viale dell’Università in direzione Rione Libertà a passo spedito. Insospettiti dai due che alla vista della volante accelleravano il passo gli operanti hanno proceduto a bloccarli e a sottoporli a controllo che dava esito positivo. Anzovino è stato trovato in possesso di uno spadino artigianale solitamente utilizzato per forzare i blocchi di accensione delle auto, mentre il Colella è stato trovato in posseso di un duplicato di chiave solitamente utilizzato per l’apertura di vecchi modelli di autovetture Fiat. A fronte di quanto rinvenuto, […]

Benevento. Truffa centro migranti: 5 arresti e 36 indagati

Benevento. Truffa centro migranti: 5 arresti e 36 indagati

E’ in corso l’esecuzione, da parte di personale della Digos di Benevento, dei Carabinieri del Nucelo Investigativo di Benevento e del Nas, Reparto Nucleo antisofisticazione e sanità di Salerno di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Benevento, su richiesta della Procura della Repubblica di Benevento, nei confronti di 5 persone tra cui un funzionario pubblico, un impiegato del Ministero della Giustizia ed un appartenente alle forze dell’ordine. Tutti gli arrestati sono accusati, a vario titolo, di diversi reati di truffa ai danni dello Stato per il conseguimento di erogazioni pubbliche, frode in pubbliche forniture, corruzione e rivelazione di segreti d’ufficio. L’indagine, partita nel novembre 2015 e coordinata da […]

Telese, paura in un cortile: due auto in fiamme

Telese, paura in un cortile: due auto in fiamme

Attimi di apprensione nella notte a Telese Terme, dove due auto: una Fiat Multipla ed una Opel Zafira sono state distrutte dalle fiamme. Il rogo, in via Garibaldi, nel cortile di un condominio non lontano dal cinema del centro telesino. L’allarme, è scattato poco dopo le due di questa notte. Secondo una prima e sommaria ricostruzione le fiamme si sarebbero propagate dalla Multipla avrebbero poi attaccato anche la vicina Opel. Altre due autovetture, invece, sono state messe in sicurezza dai proprietari. Sul posto, sono poi giunti i Vigili del Fuoco del distaccamento di Telese mentre sono in corso le per stabilire l’esatta natura del rogo

Incidente e codice rosso, interviene Saut di Ginestra: il ringraziamento

Incidente e codice rosso, interviene Saut di Ginestra: il ringraziamento

Dopo l’incidente del primo giugno, avvenuto lungo la SS. 90 bis all’altezza del bivio tra Casalbore e Buonalbergo, dove è intervenuto per un codice rosso l’equipaggio medicalizzato del Saut di Ginestra degli Schiavoni, la famiglia del giovane soccorso, in una missiva di ringraziamento fatta pervenire al sindaco di Ginestra, Zaccaria Spina, ringrazia, per la professionalità e la celerità dimostrata, il personale del Saut di Ginestra che ha effettuato l’intervento ed il personale del 118 di Ariano e Montecalvo, nonché il direttore generale dell’Asl Bn1, Franklin Picker. L’equipaggio del Saut di Ginestra, che ha effettuato il soccorso del primo giugno al 18enne rimasto coinvolto nell’incidente a bordo della sua moto, era […]

Tanta di aizzare persone contro banchetto. Lega: “migranti non hanno ceduto a provocazione”

Tanta di aizzare persone contro banchetto. Lega: “migranti non hanno ceduto a provocazione”

“Atto di inciviltà” così il coordinamento provinciale della Lega, ha definito quanto accaduto sabato mattina a piazza Risorgimento a Benevento dove gli attivisti salviniani avevano posizionato un gazebo per il tesseramento e la raccolta firme sull’elezione diretta del Presidente della Repubblica. “Qualche facinoroso – spiegano – si è avvicinato aizzando le persone di colore presenti in strada a distruggere il gazebo in segno di protesta verso la Lega di Salvini con parolacce ed ingiurie. Tempestivamente è stato richiesto l’intervento delle forze dell’ordine che in pochi minuti hanno riportato la calma. Pertanto, al fine di evitare di fomentare atteggiamenti di odio e di polemica e per tutelare l’ordine pubblico e l’incolumità […]